Archivio Mensile: Dicembre 2018

Mangiare fuori, i trend del 2019

Spostamento dell’attenzione dal gusto all’estetica, superfood, ricette Free-from, ristoranti From the farm to the table, o a tema: come sarà andare a mangiare fuori nel 2019?

Il report Mangiare fuori nel 2019, condotto da TheFork, la piattaforma per la prenotazione di ristoranti in Europa, e Doxa, evidenzia le 7 tendenze per il 2019 nel settore della ristorazione a livello globale. E la prima non poteva non riguardare il mondo dei social.

L’uso massivo di piattaforme come Instagram e Facebook, e il crescente interesse per i piatti fotogenici, porta infatti i ristoranti a creare piatti e bevande per sorprendere i clienti, soprattutto i Millennial, e fa comparire glitter eduli in cocktail e pizze, o dessert in cui si possono iniettare direttamente aromi, gli Injectable Flavors.

La tecnologia migliora l’efficienza dei ristoranti e la conoscenza dei clienti

Dai droni nel delivery ai menu AR iperrealistici fino al check-out basato su app, i ristoranti integrano sempre più soluzioni tecnologiche al servizio. In alcuni casi la tecnologia diventa parte dell’esperienza, come Robot.He, il ristorante di pesce fresco “robotico”, con nastri trasportatori, un braccio robotico e carrelli mobili guidati dal sistema software che utilizza codici QR inviati dal cliente.

E nascono anche app che aiutano a identificare gli ingredienti con cui non si ha familiarità, o a creare menu personalizzati. Come Vita Mojo, una catena di ristoranti con sede a Londra, che propone pasti adatti al codice genetico dei clienti.

From the farm to the table e Free-from extreme

I consumatori richiedono sempre più trasparenza in termini di approvvigionamento, origini alimentari, metodi di coltivazione e trasformazione. E più enfasi sul commercio equo, la diversità, e l’impatto ambientale. Da questa tendenza emergono nuovi concept di ristorazione, come le imprese con la propria produzione (from the farm to the table) o ristoranti che creano menu con gli avanzi.

I regimi alimentari basati sui soli vegetali poi influenzano le politiche dei ristoranti nella direzione di una strategia a rifiuti zero e una maggiore sostenibilità. Alcuni già espandono l’offerta per esigenze alimentari specifiche, e con la crescita del veganesimo si iniziano a introdurre nei menu più offerte free-from (lactose free, gluten free ecc.).

Superfood ed esperienze gastronomiche coinvolgenti

Dalla semplice introduzione di ingredienti sani nelle ricette nel 2019 si passerà all’introduzione di veri e propri ingredienti funzionali, i superfood, che dimostrano cioè di avere effetti positivi su una o più funzioni dell’organismo.

I nuovi formati che già seguono questa tendenza sono i ristoranti olistici, i caffè specifici per dieta e i ristoranti sani e chic.

Quando si mangia fuori però, oltre a un buon pasto, si cerca un’esperienza gastronomica coinvolgente. Da qui nascono diversi format, dall’esperienza culinaria multisensoriale ai ristoranti pop-up permanenti (spazi che consentono la rotazione di brand e/o chef). E il marketing esperienziale porta alla nascita di formati originali, come i ristoranti a tema.